Ambito dei contenuti

Bollettino sui pericoli naturali della Confederazione

Data di edizione: mercoledì 29 dicembre 2021, ore 11:00
Prossima informazione: giovedì 30 dicembre 2021, ore 09:00

Forti precipitazioni nelle Alpi, nelle Prealpi e sulla parte occidentale del Giura. Forti aumenti delle portate a nord delle Alpi. 

Fra le 15 di martedì e le 9 di giovedì nelle regioni menzionate sono attesi da 40 a 80 mm di pioggia. Il limite delle nevicate si situerà fra 1500 e 2800 metri. Pericolo moderato di piena per i fiumi di piccole e medie dimensioni nel Giura e sul pendio nordalpino. 
Processo livello Zone interessate da fino a
Piogge 3 Giura occidentale, Vallese e pendio nordalpino 28.12.21, ore 15 30.12.21, ore 09

Meteo  (Aggiornato il: 29.12.2021, ore 11:00)

Situazione attuale

Una forte corrente occidentale sulle Alpi fa affluire aria gradualmente più mite e molto umida, dando origine a forti precipitazioni sulla parte sudoccidentale del Giura, nelle Alpi e nelle Prealpi. Lungo il Giura fra martedì mattina e mercoledì mattina sono stati misurati circa 20 mm di pioggia. Nelle Alpi dello Chablais, sul massiccio del Monte Bianco e nella regione di Grand-Muveran, in base alle stime radar, sono caduti da 30 a 40 mm, sopra i 1500 metri altrettanti cm di neve fresca.

Il limite delle nevicate è rimasto fra 1200 e 1500 metri fino a maercoledì mattina.

Forti raffiche di vento hanno interessato il Nord delle Alpi. In pianura sono stati misurati 60 - 80 km/h, in montagna più di 100 km/h.

Previsioni

Fra mercoledì mattina e giovedì mattina sulla parte occidentale del Giura, nelle Alpi vallesane e bernesi sono attesi ulteriori 40 - 60 mm di precipitazione. Localmente, in alta montagna, si potranno accumulare ancora 70 mm. In pianura, invece, i quantitativi saranno meno ingenti, con circa 20 mm.

Fra l'Oberland bernese e la regione del Säntis, così come nel Nord dei Grigioni, fra mercoledì alle 6 e giovedì alle 9 sono attesi da 40 a 70 mm, nel centro dei Grigioni da 30 a 50 mm.

La fase più intensa delle precipitazioni è prevista fra le 6 e le 24 di mercoledì.

Verso metà giornata di mercoledì il limite delle nevicate risalirà fino a 2200 metri sulle regioni occidentali, nel pomeirggio in tutte le regioni fin verso i 2600 metri. Nelle vallate interne delle Alpi esso rimarrà più a lungo sui 1300 - 1500 metri.

In montagna, a nord delle Alpi, i venti resteranno mercoledì ancora forti o tempestosi.

Corsi d'acqua e laghi  (Aggiornato il: 29.12.2021, ore 11:00)

Situazione attuale

Da martedì a mercoledì, i livelli dei fiumi nel Giura, nel bacino del Lemano e sul pendio nordalpino sono saliti ulteriormente a causa delle precipitazioni. In particolare nel Giura occidentale e nella regione del Lemano, le portate sono al momento molto alte. Fino a mercoledì mattina il grado di pericolo 2 (pericolo moderato di piena) non era ancora stato raggiunto in nessuna stazione di misurazione delle portate. Anche la portata dell'Aare in uscita dal lago di Bienne è aumentata notevolmente. L'aumento delle portate in entrata nei laghi ai piedi del Giura e nel Lago Lemano ha causato un ulteriore incremento dei livelli di questi laghi. Tuttavia, sono ancora ben al di sotto del grado di pericolo 2.

Previsioni

Le piogge intense e il forte scioglimento della neve comportano, mercoledì, un forte aumento delle portate a nord delle Alpi e nel Giura. Si prevede che i fiumi di piccole dimensioni, in particolare nel Giura e nelle Prealpi, possano raggiungere il grado di pericolo 2 (pericolo moderato di piena). Vige un’allerta di piena per i fiumi di piccole e medie dimensioni nel Giura e sul pendio nordalpino. Secondo i dati previsionali più recenti, è improbabile che i fiumi più grandi come Aare, Emme, Thur o il Reno dal Lago Bodanico a Basilea raggiungano il grado di pericolo 2. I livelli dei laghi ai piedi del Giura e del Lago Lemano saliranno ulteriormente. Tuttavia, rimarranno al di sotto del grado di pericolo 2.

Movimenti di versante  (Aggiornato il: 29.12.2021, ore 11:00)

Scivolamenti a livello locale non possono essere esclusi.